Scala saluta: “Bari nel cuore, l’epilogo purtroppo non è stato come avrei sognato”

“Sono arrivato due anni fa con l’entusiasmo di un bambino in una città che non conoscevo. Sono stato accolto in maniera straordinaria da persone meravigliose, un popolo speciale con il quale ho condiviso due anni di lavoro, passione, sofferenze e soprattutto vittorie”. Inizia così il messaggio di saluto che il direttore sportivo uscente del Bari, Matteo Scala, ha pubblicato su Facebook.

“L’epilogo purtroppo non è stato come avrei sognato – continua l’ormai ex dirigente biancorosso riferendosi alla finale playoff persa contro la Reggiana -, la ferita è ancora aperta e credo che lo resterà per molto”.

Poi i ringraziamenti, che seguo quelli già espressi dalla società nel comunicato che ha ufficializzato ingaggio del nuovo ds Romairone. “Voglio ringraziare il Presidente Luigi – scrive Scala -, la Proprietà e tutte le persone che hanno contribuito a darmi la possibilità di vivere questa esperienza. Adesso ne inizia una nuova (a Napoli -ndr), altrettanto stimolante e bella. Voglio dire grazie a tutte le persone con cui ho condiviso questi due anni meravigliosi, su tutti cito Gianni, Davide e Antonello: senza di loro nulla sarebbe stato possibile. Un grazie a tutti gli amici che dal primo giorno mi hanno accolto come uno di loro”.

Infine l’in bocca al lupo a Romairone: “Auguro a chi prenderà il mio posto di vivere La Bari come l’ho vissuta io. È una cosa che ti rimane nel cuore, per sempre”.